BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)


Sezione dove scambiare idee su musica, libri e spettacoli.

Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 2652

Iscritto il: 02 nov 2009, 23:59

Località: Italy,Modena

Messaggio 10 ott 2016, 17:24

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

Preciso solo che la stanza di "Mussolini" è stata fatta dal proprietario, '80enne incallito, che invece che ascoltare musica preferisce i filmati Luce, in realtà in origine non aveva nulla a che vedere con il Duce.

Le stampe sono riprodotte da foto originali, ovviamente il locale è stato "pompato" di immagini per ricreare nella psiche l'epoca, al tempo in realtà, più che il listino ed asciugamani puliti non vi era (oltre che alle signore).

Credo sia difficile per un gestore, che non guadagna come un "Hilton", non fare una piega, ritrovandosi l'albergo pieno per due giorni e il ristorante affollato, oltre a questo sono miei amici di vecchia data e persone molto aperte e disponibili, non credo inoltre che il raduno abbia creato particolare scompenso a nessuno, anzi è stata una cosa nuova e mi hanno confermato la disponibilità nel caso volessimo ripetere, magari in primavera/fine estate dove potrebbe sfruttarsi anche il giardino esterno.

Grazie a tutti
Ciao, Luca
Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 5732

Iscritto il: 08 ott 2005, 02:39

Località: Italy

Messaggio 10 ott 2016, 18:12

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

Passando da BS nel viaggio d'andata sono andato da un amico che gentilmente mi prestava un DAC Gustard X-20. Al Bottom è stato usato con estrema cautela ( solo al sabato quando rimaneva protetto dal tavolino. Ho provato a collegarlo a casa al PC di Daphile rimesso in sesto per l'occasione. E' semplicemente meraviglioso. Probabilmente lo acquisterò pure io :up: :up:
Mario
Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 10883

Iscritto il: 28 ott 2005, 00:34

Località: PG+AQ (Italy)

Messaggio 10 ott 2016, 18:32

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

mariovalvola ha scritto:Passando da BS nel viaggio d'andata sono andato da un amico che gentilmente mi prestava un DAC Gustard X-20.

...e non ci hai detto nulla!? ;( Sarebbe decisamente valsa la pena di fare un confronto con l'eccellente Mirand di Marino. ;)
Ciao, Paolo.

«Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno.
Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.»
Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 5732

Iscritto il: 08 ott 2005, 02:39

Località: Italy

Messaggio 10 ott 2016, 18:36

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

Purtroppo la congestione era tanta. Non era, comunque nascosto. Era Davanti alla poltrona nel ripiano appena sotto il PC. Chi ha ascoltato la liquida con l'Apple portatile di Giancarlo, lo ha potuto apprezzare
Mario
Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 40

Iscritto il: 09 gen 2007, 20:17

Località: Genova

Messaggio 10 ott 2016, 19:04

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

Un Grazie a tutti,ma proprio tutti!
Abituato a frequentazioni (per lavoro) in convegni di altro genere, deprimenti e per nulla costruttivi,partecipare (Grazie ancora Mario!) ad un vero Congresso, con la C maiuscola, su argomenti e temi che mi appassionano da sempre,e' stato semplicemente meraviglioso.
Ho trovato persone altamente competenti,amanti della musica e del modo migliore per costruire strumenti che ne magnifichino il piacere dell ascolto,ma anche persone capaci di ascoltare con il rispetto e la curiosità' per le novità'(cuffie,lo so' che cmq non le amate ma lasciatemi almeno l illusione che possiate almeno considerarle nelle lunghe e solitarie notti....).Io stesso ho sempre amato la riproduzione con diffusori,mai progettandoli(non ne sono capace)e quasi esclusivamente elettrostatici(Quad 57,Stax ESS6A,F81X)oltre a Magneplanar...Per le trombe sono completamente ignavo e mi hanno molto incuriosito ed ho apprezzato i progetti presentati.Quello che ho colto,entusiasmandomi e rendendomi complice,era la matrice comune presente in tutti i partecipanti,ossia l entusiasmo e il piacere di condividere il prodotto delle proprie fatiche con gli altri,sapendo che la fatica e l'impegno sarebbe stato apprezzato......
E' stata una bellissima esperienza convivere, nella stessa stanza, per tutta la durata dell Evento, con Persone come Mario e Giorgio (Echo) con le Ns. manie cuffiofile; sembravamo un'unica entita',parlavamo la stessa lingua e vivevamo le comuni emozioni : Fantastico, indescrivibile emozione!
Non voglio nominarvi tutti perché' noioso e sa' di cerimoniale e non e' nello stile dell Evento.Ringrazio cmq,oltre ai già' citati, Piergiorgio (che ho chiamato Pierluigi...anatema!)per la correttezza,imparzialita',capacita' gestionale e simpatia,oltre .....all' apprezzamento della Denon modificata; Paolo (Unixman) per l ascolto delle sue Creature e le valutazioni competenti nell ascolto delle cuffie; Ercole per le ricche informazioni sulle testine e la Sua grande competenza su molti aspetti audio e non solo oltre alla disponibilità' (mi spiace per il crash del suo ampli a SS e conseguente morte della cuffia Shure.....ahi ahi lo stato solido!!!!); Tiziano per la disponibilita',capacita' ed accoglienza (a proposito quando vieni a Genova avvisami,come d'accordo),Gianluca per la sua Grande abilita' con i DHT e a scendere negli inferi' ad accettare anche l ascolto in cuffia,Filippo,Francesco e Tutti per le loro splendide realizzazioni (Trafi Tamura e custom compresi sia per 2A3 che 211....ma interessante,pur non avendolo ascoltato,il Circlotron con out a mosfet.....quest ultimo sarei interessato a saperne di più in quanto ho spesso autocostruito OTL ....ma mai con out a SS).
Interessante il tracciature presentato : ho intenzione di procedere all acquisto del Kit,grazie ai 2 amici che mi hanno fornito tutte le informazioni oltre alle dimostrazioni pratiche....
Vorrei ringraziare di cuore anche e non aggiungo altro...tutti coloro che hanno partecipato e reso possibile questo importante Evento,oltre al personale dell'Albergo sempre disponibile e con grande spirito di sopportazione,oltre alla deliziose fan..ciulle, che ci hanno accompagnato in queste giornate facendoci vivere un'epoca che non e' più....
Ritengo,e mi auguro,che un bis sia un obbligo!!!....nel breve naturalmente!
Vi abbraccio tutti.A presto.
Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 609

Iscritto il: 08 set 2009, 05:50

Località: Italy

Messaggio 10 ott 2016, 23:49

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

Voglio anche io ringraziare tutti e in speciale modo gli organizzatori. E' stata comunque una bellissima giornata se non altro per il piacere di avere rivisto chi già conoscevo e l'onore di incontrare altri per la prima volta. Un grazie speciale a Mario per avermi fatto ascoltare le nuove Stax e il suo ottimo ampli e a Giancarlo per le tue parole e soprattutto per i tuoi ampli; fantastici, semplicemente fantastici, specialmente il push-pull. E' stato un piacre conoscerti. Non credo di avere grandi competenze nell'audiocostruzione(e si è visto :sad: ; avrei dovuto aprire l'ampli prima di accendere per controllare i connettori di alimentazione :swear: ). Comunque è tutto rimandato per il prossimo incontro, una nuova Shure già c'è :wink: e suona meglio di quella defunta( saranno i pad nuovi, devo approfondire). I transistors di ricambio li ordino i prossimi giorni quando avrò valutato l'entità del danno nel finale. Con il mio finalino otl a valvole riacceso per provare la nuova cuffia, ho di nuovo ascoltato ,se ce ne fosse stato bisogno, la superiore musicalità dei tubi; mi stanno arrivando delle 6082 e delle 6AS7G( lo so non sono così musicali). Tempo permettendo, vedremo al prossimo Bottom quali altri danni riuscirò a combinare.
Poi ho apprezzato molto i diffusori di Filippo con i Faital pro, anche loro notevoli. Purtroppo non sono potuto rimanere Domenica, ci saranno altre occasioni.
Ancora grazie a tutti.

Ciao, Trini

sostenitore

Messaggi: 4816

Iscritto il: 03 nov 2005, 06:47

Località: Italy

Messaggio 11 ott 2016, 10:16

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

berga12 ha scritto:Le stampe sono riprodotte da foto originali, ovviamente il locale è stato Credo sia difficile per un gestore, che non guadagna come un "Hilton", non fare una piega, ritrovandosi l'albergo pieno per due giorni e il ristorante affollato, oltre a questo sono miei amici di vecchia data e persone molto aperte e disponibili, non credo inoltre che il raduno abbia creato particolare scompenso a nessuno, anzi è stata una cosa nuova e mi hanno confermato la disponibilità nel caso volessimo ripetere, magari in primavera/fine estate dove potrebbe sfruttarsi anche il giardino esterno.

Grazie a tutti


Oraganizziamo il Bottom Fall-Winter :lol:
Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 2599

Iscritto il: 03 set 2008, 01:59

Località: Caldarola-Marche-Italy

Messaggio 11 ott 2016, 10:22

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

Anche io approfitto per ringraziare tutti e in particolare Berga per l'organizzazione!! Ho passato due belle giornate in buona compagnia.
Un particolare ringraziamento va a Mario e Giancarlo che hanno accettato le mie "carabattole" per cuffie nella stanza abbassandone la qualità media :-) ...per me è stata una bellissima esperienza cuffiofila, le creature di Mario e Giancarlo sono fantastiche.
Ringrazio particolarmente anche George per la chiacchierata riguardo il my evo e il "nuovo" 1541.

Visto che Mario mi ha tirato in ballo descrivo brevemente il mio impianto per cuffie dinamiche:
La sorgente è composta da PC con installato Daphile collegato in USB ad un dac lector (con chip 1541) modificato pesantemente (aggiunta scheda USB>i2s con isolamento galvanico e rivista alimentazione anodica ...modifiche descritte nel forum).
L'amplificatore (cuffiettolo) è un semplice OTL costituito da una 5814 (con c4s all'anodo e led al catodo) e una 6080 in accoppiamento diretto. I condensatori di uscita sono dei polipropilene da 100mfd.
La cuffia è una, sempre troppo bistrattata, Sennheiser HD800.
...siate affamati, siate folli!! S.J.
http://gabrielligiorgio.wordpress.com/
Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 5732

Iscritto il: 08 ott 2005, 02:39

Località: Italy

Messaggio 11 ott 2016, 10:32

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

Bravo: il tuo OTL, comunque, funge sempre benone e diventa imbattibile considerando le cifre in gioco.
riciclo una foto ( postata nell'altra discussione inerente il bottom) che mette in risalto anche l'impeccabile finitura

otl echo.JPG


Daphile sei riuscito a farlo partire grazie a Paolo Unixman. Alla luce delle ottime performances di questo player l'ho reinstallato sul mio Futro e me lo sto godendo con il Gustard senza collegamento a internet utilizzando il medesimo router che ha settato Unixman. Veramente comodo.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Mario

sostenitore

Messaggi: 4816

Iscritto il: 03 nov 2005, 06:47

Località: Italy

Messaggio 11 ott 2016, 11:07

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

Una cosa divertente è stato osservare Filippo il tuning di alcuni diffusori al volo... muovendo e modificando la disposizione del materiale smorzante.

new member

Messaggi: 40

Iscritto il: 18 set 2008, 16:06

Località: Italy

Messaggio 11 ott 2016, 16:27

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

mariovalvola ha scritto:Bravo: il tuo OTL, comunque, funge sempre benone e diventa imbattibile considerando le cifre in gioco.
riciclo una foto ( postata nell'altra discussione inerente il bottom) che mette in risalto anche l'impeccabile finitura

otl echo.JPG


Daphile sei riuscito a farlo partire grazie a Paolo Unixman. Alla luce delle ottime performances di questo player l'ho reinstallato sul mio Futro e me lo sto godendo con il Gustard senza collegamento a internet utilizzando il medesimo router che ha settato Unixman. Veramente comodo.



Mario scusa, dove sono le foto??
G
Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 10120

Iscritto il: 10 ott 2005, 20:31

Località: Italì

Messaggio 11 ott 2016, 16:34

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

"i was looking back to see if you were looking back at me to see me looking back at you"

new member

Messaggi: 40

Iscritto il: 18 set 2008, 16:06

Località: Italy

Messaggio 11 ott 2016, 17:06

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

gluca ha scritto:http://www.audiofaidate.org/forum/viewtopic.php?f=12&t=11690


grazie!!
G
Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 5732

Iscritto il: 08 ott 2005, 02:39

Località: Italy

Messaggio 11 ott 2016, 17:08

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

joe845 ha scritto:
mariovalvola ha scritto:Bravo: il tuo OTL, comunque, funge sempre benone e diventa imbattibile considerando le cifre in gioco.
riciclo una foto ( postata nell'altra discussione inerente il bottom) che mette in risalto anche l'impeccabile finitura

otl echo.JPG


Daphile sei riuscito a farlo partire grazie a Paolo Unixman. Alla luce delle ottime performances di questo player l'ho reinstallato sul mio Futro e me lo sto godendo con il Gustard senza collegamento a internet utilizzando il medesimo router che ha settato Unixman. Veramente comodo.



Mario scusa, dove sono le foto??
G


Io la vedo perfettamente :oops:
Mario
Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 7110

Iscritto il: 05 ott 2005, 22:19

Località: Italy

Messaggio 11 ott 2016, 17:23

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

Echo ha scritto:L'amplificatore (cuffiettolo) è un semplice OTL costituito da una 5814 (con c4s all'anodo e led al catodo) e una 6080 in accoppiamento diretto. I condensatori di uscita sono dei polipropilene da 100mfd.
La cuffia è una, sempre troppo bistrattata, Sennheiser HD800.


Mi è piaciuto molto. Pilota di tutto ad un insospettabile livello di qualità data la semplicità circuitale.
Mi ricordi schema e valori di polarizzazione?
_________
Piergiorgio
Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 2599

Iscritto il: 03 set 2008, 01:59

Località: Caldarola-Marche-Italy

Messaggio 11 ott 2016, 22:50

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

plovati ha scritto:
Echo ha scritto:L'amplificatore (cuffiettolo) è un semplice OTL costituito da una 5814 (con c4s all'anodo e led al catodo) e una 6080 in accoppiamento diretto. I condensatori di uscita sono dei polipropilene da 100mfd.
La cuffia è una, sempre troppo bistrattata, Sennheiser HD800.


Mi è piaciuto molto. Pilota di tutto ad un insospettabile livello di qualità data la semplicità circuitale.
Mi ricordi schema e valori di polarizzazione?


Lo schema è questo, nella versione che hai ascoltato il ccs della finale è sostituito da una R da 3K

download/file.php?id=4786&mode=view
...siate affamati, siate folli!! S.J.
http://gabrielligiorgio.wordpress.com/
Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 7110

Iscritto il: 05 ott 2005, 22:19

Località: Italy

Messaggio 11 ott 2016, 22:57

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

12AU7 o ECC 88 ?
_________
Piergiorgio
Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 2599

Iscritto il: 03 set 2008, 01:59

Località: Caldarola-Marche-Italy

Messaggio 11 ott 2016, 23:11

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

plovati ha scritto:12AU7 o ECC 88 ?



Lo hai ascoltato con una 5814 Philips
...siate affamati, siate folli!! S.J.
http://gabrielligiorgio.wordpress.com/
Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 7110

Iscritto il: 05 ott 2005, 22:19

Località: Italy

Messaggio 24 ott 2016, 14:45

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

Colpevolmente in ritardo, scrivo anche io una breve relazioncina sul Bottom Audio 2017.

Innanzitutto, la sede scelta con buon intuito da Berga12: nonostante il primo impatto ci si è ambientati rapidamente, essendo il casino in tema con la nostra caratterizzazione di casinari ( :grin: ).
E in effetti qualche disguido organizzativo non è mancato neppure in questa edizione, che fortunatamente non ha danneggiato più di tanto la unanimemente riconosciuta buona riuscita dell’evento. In particolare, l’acustica degli ambienti è risultata ottimale e ha permesso l’allestimento di impianti di ottimo livello con sforzi limitati e tempi brevi.

Personalmente sono stato assai gratificato dal ritrovare vecchie conoscenze del forum, che per anni non avevo più sentito e che abbiamo ritrovato come amici con i quali sembrava essersi lasciati appena la sera prima. Grazie a Traferro e Doris, quindi.
E anche a qualche nuova conoscenza, in particolare Daniel, samhorn e Marco-marcoc1712.

Cosa c’era? Ovviamente da quando mariovalvola ha scoperto lo stereo egotista ( :grin: ) e ha contagiato numerosi partecipanti con tale febbre, non potevano mancare un sacco di cuffie, di tutti i tipi. E ampli per cuffia dei più disparati. Bellissimi gli autocostruiti re-impieganti trasformatori di uscita originali stax (notevole il sistema di fissaggio dei nuclei: semplice e di effetto).
Ottimo ed abbondante l’ampli per cuffia SE di 6AS7 portato da echo: pilota a meraviglia la HD800, ma non si scopone per niente, nonostante le aspettative contrarie, neppure con la Sennheiser HD201 da 24 ohm.
Ho provato poco le varie Stax e per quel poco non posso che dirne bene.

Mi spiace per Trini e il suo amplificatore per cuffie a stato solido (l’unico!): a causa di un filo di cablaggio interno non fissato a dovere il cortocircuito conseguente ha distrutto l’ampli ma soprattutto le cuffie Shure ad esso collegato. Inconvenienti dello stato solido.. ma non solo: ho bruciato le mie Grado facendo l’ OTL da portare al bottom, solo perché sono andato a saldare con i condensatori non del tutto scarichi e cuffia collegata.

Tra le varie casse portare da Filippo - audiofanatic (che ha riempito un furgone intero con le sue creazioni, grazie ancora!) mi pare abbiano riscosso un successo indiscutibile le sue 2 vie con componenti Faital e mobile in multistrato di pioppo. Dovrebbero venire presentate a breve col nome di Po-Jama. Eclettiche, buona efficienza ed economiche. HiFun approved!

Anche il sistema modulare pro (Tangram?) ha diversi componenti interessanti, specie le teste a due vie che hanno rivaleggiato testa a testa con le Sonus Faber Concerto.
Sonus Faber che non ho mai sentito suonare così bene, grazie al setup allestito con notevole impegno e cura ( tanto che hanno stipato la piccola utilitaria con ogni accessorio, tappeti (!) inclusi) da mandello, unixman e Joseph K.

Questo impianto mi ha definitivamente tolto ogni dubbio sull’influenza di qualsiasi cavo sul suono finale. Non ero il solo a strabiliare quando si sono avvertite rilevanti differenze sullo stesso brano nel cambiare il cavo USB (!). Per non parlare dei cavi di segnale ed alimentazione. Mi sono segnato wireworld, come prossimo acquisto di cavetteria segnale e diffusori.

Per i curiosi, una foto del cavo straightwire crescendo, da cui si nota l’intreccio scelto. Con un bel po’ di manualità e qualche tubo da giardino si potrebbe anche tentare di replicare in casa:

StrighWireCrescendoDetail.jpg


Con lo stesso setup, si è verificata la diversa resa di due DAC, entrambi al top ma con sfumature diverse: più audiofilo e d’effetto il Mirand, più equilibrato e arrotondato quello di campedel.

Ma la differenza all’ascolto c’è anche (come mi aveva preannunciato a cena Marco, sfidando il mio scetticismo) tra lo stesso SWplayer che suona lo stesso brano ma in due formati diversi (Flac e Wav). Il Waw è meglio senza dubbio.

Notevole anche la selezione di brani di musica liquida assaporata durante gli ascolti del sistema. Tra i quali ho scoperto una cantante jazz molto brava: Roberta Gambarini.

Varia e abbondante anche la dotazione di strumentazione da laboratorio di cui si era forniti: tester e saldatori a parte, spiccava un oscilloscopio alla ricerca di emissioni RF da ampli switching e il tracciacurcve uTracer di Daniel, che si è prestato gentilmente a selezionare valvole per chi ne avesse la necessità.

Al piano di sotto si alternavano casse, cassoni, ampli e amplini.. ricordo tra i molti ascoltati il monumentale 211 Uesugi di Berga12, con le sue Hammer Dynamics 12 (non ci si crede al buon incrocio verificato all’ascolto tra i due altoparlanti così apparentemente male assortiti) e le Phy di campedel, con un volume maggiore di quelle ascoltate allo scorso bottom audio e un basso addirittura esuberante, comunque rendono a meraviglia con la classica.

Tra gli ampli una menzione d’onore va al 2A3 Sovtek di traferro (single ended con ferri autocostruiti e pilotato da una cascata di 2stadi 6SN7 con carico induttivo sui 100H ). L’autore (che ho conosciuto a Marzaglia proprio vendendogli alcuni componenti per questo amplificatore) ha passato 10 anni a raffinarlo e si sente!

Non ho ascoltato purtroppo l’ampli push-pull EL84 di Gizmo , ben ingegnerizzato e che fa uso della polarizzazione incrociata alla “Gartner”, uno dei pochissimi esempi che si vedono in giro. L’autore ne è soddisfattissimo e garantisce non è nemmeno necessaria una selezione dei tubi.

E ancora moltissime altre cose che ora rischio non ricordare correttamente, pertanto per evitare di far torto agli autori non cito. Anche se sono molte altre le cose che mi hanno interessato e colpito. Il Bottom Audio è sempre una gran bella esperienza e un’occasione di sperimentare quello che ci è distante e che da soli, senza tali occasioni, non sperimenteremmo mai.

Ottima occasione anche la cena conviviale, dove si è sfruttato a dovere il tempo anche per approfondire una conoscenza personale anche extra-audio. Un plauso alle compagne/consorti/fidanzate presenti: se hanno sopportato questo WE significa che è vero amore.. :smile:

L’area mercatino/scambio allestita fortunosamente sotto una tettoia all’esterno si è trasformata a fine evento in area regali. Pare che tutti abbiamo più cose da provare delle ore a disposizione per farlo, pertanto lo scambio e il dono sono diventati occasioni di far girare e rendere utile il materiale fermo da troppi anni. Tendenza da incoraggiare sicuramente.

Grazie ancora a tutti.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
_________
Piergiorgio
Avatar utente

sostenitore

Messaggi: 10883

Iscritto il: 28 ott 2005, 00:34

Località: PG+AQ (Italy)

Messaggio 24 ott 2016, 17:13

Re: BOTTOM AUDIO 2016 (Modena 8-9 Ottobre)

plovati ha scritto:Per i curiosi, una foto del cavo straightwire crescendo, da cui si nota l’intreccio scelto. Con un bel po’ di manualità e qualche tubo da giardino si potrebbe anche tentare di replicare in casa

per la versione di segnale (praticamente identica, solo in scala ridotta) è stato già tentato: “In pratica: cavi di segnale (Home made)”. ;)

Dopo non poche difficoltà (e qui bisogna fare i complimenti a Marco "kreisky" per l'impegno, la pazienza e la manualità profuse), dal punto di vista prettamente realizzativo l'operazione ha avuto successo. Purtroppo, a giudicare dai pochi e laconici commenti da parte del coraggioso sperimentatore, temo che altrettanto non si possa dire per quanto riguarda le “prestazioni sonore” ottenute dopo cotanta fatica. :(

Verosimilmente, da questo punto di vista, ad essere determinante non è solo il tipo di "geometria" adottata. Probabilmente contano anche le esatte dimensioni (e/o i relativi rapporti) e -soprattutto- i diversi materiali (sia conduttori che isolanti) impiegati.

D'altro canto, quel tipo di geometria costruttiva non è affatto inusitata. Tutt'altro: è un classico del genere. Con diverse variazioni sul tema è stata (ed è tutt'ora) utilizzata da un gran numero di produttori diversi (incluso e.g. Cardas, tanto per citare uno dei più noti).

plovati ha scritto:Con lo stesso setup, si è verificata la diversa resa di due DAC, entrambi al top ma con sfumature diverse: più audiofilo e d’effetto il Mirand, più equilibrato e arrotondato quello di campedel.

avrei detto il contrario... e mi era parso di capire che quello fosse anche il tuo giudizio. Avevo capito male io o c'è una svista in quello che hai scritto qui sopra? :?

plovati ha scritto:Ma la differenza all’ascolto c’è anche (come mi aveva preannunciato a cena Marco, sfidando il mio scetticismo) tra lo stesso SWplayer che suona lo stesso brano ma in due formati diversi (Flac e Wav). Il Waw è meglio senza dubbio.

Ci tengo a sottolineare che, ovviamente, nei due casi non c'era nessuna differenza nei dati inviati al DAC: il wav in questione è stato ottenuto decodificando "offline" il medesimo file flac. Le differenze percepite sono quindi eventualmente imputabili esclusivamente ad effetti indiretti, verosimilmente legati al diverso carico di lavoro del computer nei due casi (nel caso del flac, questo deve essere decodificato "al volo" durante il playback, prima che i dati PCM possano essere inviati al DAC).

Per la cronaca, i confronti wav/flac sono stati effettuati con un setup abbastanza diverso da quello "solito". A parte il diverso hardware "informatico" (un altro laptop, più datato):

  • in luogo del AK4490 Mirand (di Marino) è stato utilizzato un DAC 1541 “NOS” (di George), pilotato in PCM in modalità "bit perfect" (senza upsampling né altre elaborazioni di sorta);
  • come software, in luogo di "HQPlayer"(*) (su Linux Mint 17.3 KDE Edition), è stato utilizzato invece "WTFplay"(**).

Per maggiori info sui software impiegati, vedi anche: qui (*) e qui (**).

Sarei invero piuttosto sorpreso se differenze analoghe fossero percepibili anche con il setup "standard" (DAC AK4490 pilotato in DSD256 previa conversione PCM->DSD "al volo" operata da HQPlayer), laddove il carico di lavoro "extra" imputabile alla decodifica del flac è del tutto insignificante rispetto a quanto necessario per convertire da PCM a DSD (operazione che impegna pressoché completamente la CPU "i5" del laptop impiegato per tale configurazione).
Ciao, Paolo.

«Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno.
Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.»
PrecedenteProssimo

Torna a Musica, Cultura, Eventi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
© 2005-2016 www.audiofaidate.org
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group.
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBB.it